E in Cina studiano il Prosecco

prosecco cina

Accordo con la Shanghai Trade School per insegnare origine, tecniche di degustazioni e abbinamenti delle bollicine venete con i cibi cinesi

E’ stato siglato un accordo, unico in Italia, con cui il Prosecco Doc diviene ufficialmente materia di studio per gli studenti della Shanghai Trade School in Cina. Un modulo di 14 ore inserito nel programma scolastico di migliaia di giovani iscritti che vogliono diventare professionisti della ristorazione e dell’ hôtellerie. Il modulo comprende lezioni relative a territorio di origine, metodi di produzione, tecniche di degustazione e studio degli abbinamenti del Prosecco Doc con i piatti della cucina cinese

Vino italiano locomotiva dell'Italia all'Estero.

Il sistema del vino italiano può e deve essere sempre più un volano per lo sviluppo del territorio è quanto ha dichiarato il vicepresidente di Unione Italiana Vini, questo è auspicabile in un momento dove molte sono le opportunità da sfruttare.

Già nel 2014 il vino italiano ha registrato un rialzo di vendite all'estero dell'1,4% rispetto al 2013 per un totale di 5,1 miliardi di euro e 20,5 milioni di ettolitri esportati, e si colloca come prima voce nell'export del settore agroalimentare. In generale si è riscontrato un aumento delle vendite di vini a DOP e IGP a discapito dei vini senza denominazione di orgine.

Infografica sulle tendenze digital, social e mobile in Cina nel 2015

In questo post, vorrei condividere alcuni nuovi dati dal rapporto WeAreSocial sulla situazione e le tendenze digitale, sociale e mobile in Cina.

In generale, tutti i segnali indicano che la popolazione online in Cina continuerà a crescere in dimensioni e ricercatezza per tutto il 2015. La tecnologia mobile sta diventando il principale modo di andare online e piattaforme come wechat, definiscono come le persone comunicano e si connettono tra di loro così come con le imprese.

Le Migliori Strategie per la vendita on-line in Cina

Come fare a vendere i vostri prodotti online direttamente ai consumatori cinesi?
Creare il proprio negozio online o inserirsi in e-commerce esistenti nell'ecosistema cinese?
In questo post, cercherò di far luce sulle scelte disponibili.

Prima di tutto, alcune statistiche sullo stato dell'e-commerce in Cina. L'anno scorso, la Cina è diventata la più grande economia del mondo e-commerce per un valore di oltre 300 milioni di dollari, superando gli Stati Uniti fermi a 262 miliardi. Entro il 2017, si stima che raddoppieranno le dimensioni attuali, raggiungendo 620 miliardi. Anche se la crescita delle vendite online in Cina sta rallentando, nel 2015 si dovrebbe rimanere intorno al 30% in più rispetto al 2014, mentre nel 2014 c'è stata una crescita di oltre il 40% rispetto all'anno precedente.

Nel 2014, 300 milioni di cinesi hanno acquistato online rappresentando circa la metà della base di utenti internet dell'intera Cina. Quando confrontiamo questa cifra con gli Stati Uniti, dove l'88% degli utenti Internet acquista online, è evidente il motivo per cui la Cina ha ancora un sacco di spazio per crescere in termini assoluti. Inutile dire, che quanto prima si entra in questo vasto mercato, meglio sarà.

In generale, ci sono due scelte di vendita on-line: l'apertura di un negozio virtuale in uno dei grandi centri commerciali on-line, o creare il proprio negozio Internet come un'estensione del sito web principale o come un sito autonomo.

Vini italiani in Cina: le premesse necessarie per entrare nel promettente mercato asiatico

Vino in cina

La Cina rappresenta un mercato enorme in rapida crescita economica e con una notevole forza trascinante nel dettare gusti e mode. Una promessa per chi cerca di ottimizzare il commercio dei propri prodotti come ad esempio il vino.

Due sono le motivazioni principali per cui è opportuno guardare verso Oriente: perché la Cina è il quinto mercato al mondo per quantità di vino consumata e, in secondo luogo e perché i principali acquirenti dei produttori vinicoli italiani sono i Paesi europei che risentono di più della crisi economica e tendono a spendere meno. Secondo recenti statistiche in Cina il settore dei vini importati è dominato dai produttori francesi, mentre l’Italia, negli ultimi dieci anni, ha visto ridursi la propria quota di mercato dal 14,2% del 2001 al 6,5% del 2011.

Cina: espansione delle zone di libero scambio

È stato approvato giorni fa il programma generale sulle zone di libero scambio di Guangdong, Fujian e Tianjin, e quello sulla riforma della zona di libero scambio di Shanghai è stato ulteriormente approfondito, il che significa che la costruzione delle zone di libero scambio cinesi sta entrando in un nuovo periodo di networking, che promuove anche il progresso stabile del nuovo turno di apertura ad alto livello e una riforma su scala più ampia. Secondo gli analisi, questi cambiamenti forniranno una nuova forza motrice alla riforma e lo sviluppo economico cinese nella nuova normalità.

L'approvazione delle zone di libero scambio di Guangdong, Fujian e Tianjin porterà una serie di innovazioni sistematiche che miglioreranno la vita del popolo cinese. Ad esempio, Amazon ha già dichiarato che ha pianificato di stabilire la sede generale di commercio internazionale nella zona di libero scambio di Shanghai, e i prodotti statunitensi saranno spediti direttamente in Cina. Inoltre, i prodotti importati, soprattutto le macchine, saranno meno costose. Quanto al settore turistico, anche le agenzie di viaggio estere entreranno nelle zone di libero scambio, portando più scelte sul turismo all'estero. Le attività degli imprenditori privati e l'amministrazione delle finanze all'estero saranno più convenienti. I prodotti culturali e artistici globali, e i videogiochi, saranno più vicini ai cinesi. Anche il settore medico potrebbe trarre benefici dai servizi interessati più avanzati del mondo.

Motori di ricerca in Cina

China search engine

Search Engine in China

Le aziende occidentali che cercano di ottenere una migliore visibilità in Cina nel vasto panorama internet si trovano rapidamente in un territorio sconosciuto. I servizi tradizionali di Google, Yahoo o Microsoft, che sembrano avere un dominio mondiale, sono ridotti al punto di irrilevanza in Cina dai concorrenti locali e da alcune decisioni del governo che talvolta ne vieta l'utilizzo. Il più grande motore di ricerca in Cina è Baidu con 360 Search che rapidamente sta guadagnando quote di mercato. Il terzo più grande servizio si chiama Sogou.

Bando OCM Vino Paesi Terzi 2015 / 2016

OCM Vino Paesi Terzi 2015-2016

Il Bando OCM Vino Paesi Terzi 2015-2016 è un’opportunità ed uno strumento importante per le Aziende vitivinicole italiane che offre la possibilità di ottenere un contributo europeo pari al 50% a fondo perduto per il processo di internazionalizzazione e vendita sui mercati esteri emergenti, nonché tutte le attività di comunicazione e promozione che copriranno il periodo ottobre 2015 – ottobre 2016.

L’Italia opera con bandi annuali emessi dal Ministero per le Politiche Agricole e da ogni Regione o Provincia Autonoma. Secondo le tempistiche degli anni passati, il decreto quadro a livello nazionale uscirà a fine febbraio – primi di marzo, mentre i decreti regionali verranno emessi dalle singole regioni per fine maggio – primi di giugno. Il periodo di presentazione delle domande coprirà il mese di giugno ed a fine luglio usciranno le graduatorie circa le aziende rientranti a contributo per ogni regione.

Top 5 strategie di marketing digitale in Cina

 

Il vostro obiettivo è la crescita e lo sviluppo delle vostre vendite in Cina? Il marketing digitale può aiutare a raggiungere questo obiettivo. Qui ci sono 5 strategie di marketing digitale da sapere come marketer in Cina

Firmato accordo con Alipay

Firmato accordo con Alipay per l'implementazione del progetto di cross-border online payment per l’Italia.  

Alipay è l’azienda dell’ecosistema di Alibaba che fornisce servizi di pagamento e deposito sia sui canali del gruppo che ad aziende terze.

H2Obrain

H2Obrain

Nasce per internazionalizzare le imprese nel mercato globale.
Si occupa di creare/ristrutturare l'immagine e la comunicazione aziendale.
Si propone di aumentare il fatturato, grazie all'export.

Ultimi Bandi

Contatti

 GMedia Group srl

  Via Silvestro Lega, 29
         51100 Pistoia ITALY

 +39.0573.1780174

info (@) h2obrain.it

 

export, internazionalizzazione marchi, mercato cinese vendere in Cina rappresentanza e vendita, social media marketing e seo in Cina

export, esportare internazionalizzazione marchi, loghi e brevetti in Cina, vendere sul mercato cinese, in rappresentanza, su social media marketing seo in Cina internazionalizzare

export, esportare e internazionalizzazione, marchi e brevetti, cina, mercato, cinese, vendita in rappresentanza, social media marketing e seo in Cina internazionalizzare

vendere in Cinavendere in Cinavendere in Cinaesportare in Cinaesportare in Cinaesportare in Cina
gadget, articoli promozionali, gadget personalizzati, gadgets, gadget promozionali, regali aziendali import, export, internazionalizzazione, marchi, cina, mercato, cinese, vendere, in, rappresentanza, social, media, marketing, internazionalizzare vino, cantina, vini, ocm, promozione paesi terzi wine business export winelover italian lifestyle

I cookies ci permettono di offrire i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta di utilizzare i cookies. Più Informazioni